Una giornata

Avete un’intera giornata… cioè 6 ore circa da dedicare alla visita, più una sana pausa pranzo? Magnifico! Sempre con un occhio di riguardo per orari e giorni di chiusura delle nostre mete, possiamo incontrare con più calma le eccellenze di Parma: Duomo e Battistero, prima di tutto, con uno sguardo “mirato” al Museo Diocesano

Il Duomo e il Battistero di Parma

Il Duomo e il Battistero di Parma

Poi, un gioiello mai troppo ammirato: l’appartamento o Camera della Badessa nell’ex monastero di S. Paolo. Due splendide stanze, una affrescata dall’Araldi e l’altra, soprattutto, dal Correggio.

san_paolo_11_mibac

La Camera della Badessa – Correggio

Anche la chiesa e il monastero di S. Giovanni Evangelista meritano una sosta (l’antica Spezieria dei monaci è visitabile solo al mattino). Passeggeremo fino a piazza Garibaldi, cuore “civico” della città. A pochi passi, s’innalza la chiesa dedicata a S. Maria della Steccata, capolavoro del Rinascimento parmense, dove incontreremo le affascinanti Vergini del Parmigianino.

Vergini sagge

S. Maria della Steccata-Le Vergini sagge-Parmigianino

Dopodiché, in piazzale della Pace, ci guarderemo intorno, cercando di “decifrare” questo spazio particolare, dominato dal Palazzo della Pilotta, così singolare e severo, e che però nasconde sorprese mozzafiato! Preparatevi a forti emozioni nel Teatro Farnese, il più straordinario ingresso museale del mondo (“porta d’ingresso” alla Galleria Nazionale: un peccato non visitarla, almeno in parte).

Il Teatro Farnese

Il Teatro Farnese