Altre mete

Volete qualcosa di diverso rispetto all‘itinerario classico?

Oppure… Dopo mezza giornata o una giornata intera di soggiorno e di visita, avete deciso di dormire una notte a Parma? Ottima idea! Totalizzerete una giornata e mezzo o due giornate di visita: non ve ne pentirete!

Piazza Giuseppe Garibaldi

Piazza Giuseppe Garibaldi

Avete solo l’imbarazzo della scelta. In città c’è molto da vedere: potete contattarmi per un itinerario personalizzato. Vi faccio qualche esempio.

Oltre al Teatro Farnese, nella Pilotta si trovano anche l’importante Museo Archeologico Nazionale e la Biblioteca Palatina, con il Museo Bodoniano, dedicato a Giovan Battista Bodoni, il “principe dei tipografi”. A due passi, ci sono anche il mitico Teatro Regio e il Museo Glauco Lombardi (vi attrae il personaggio della Duchessa Maria Luigia? Allora, non potete non visitarlo!).

Il Museo Glauco Lombardi

Il Museo Glauco Lombardi

Nell’ex monastero di S. Paolo, vicino alla Camera della Badessa, si trovano anche la Pinacoteca Stuard, con l’antico Sacello di S. Paolo, e il Museo dei Burattini dei Ferrari, storica famiglia di burattinai (una vera “chicca”).
A poche centinaia di metri, c’è il bellissimo Palazzo Cusani, sede della Casa della Musica, col suo Museo dell’Opera (con uno “spazio riservato” al sommo Giuseppe Verdi) e la Casa del Suono. Amate il teatro in musica, e la musica in genere? Allora, la sosta è obbligata!

Il Chiostro della Casa della Musica di Parma

Il Chiostro della Casa della Musica di Parma

Altri due passi di là dal Ponte Verdi, che si allunga sul torrente Parma, ed ecco il Parco Ducale: splendido giardino “storico”, ideale per una passeggiata e una sosta nel verde, offre alla visita anche il Palazzo Ducale e il Palazzetto Eucherio Sanvitale, un gioiello cinquecentesco. Ma con questo ci siamo spostati nell’Oltretorrente, il quartiere popolare dov’è nato Arturo Toscanini e dove c’è ancora la sua casa, oggi museo. E poi, in Oltretorrente, si incontrano alcune bellissime chiese farnesiane (l’Annunziata, prima di tutto) e l’antica S. Croce
Insomma: le cose da vedere e da vivere non mancano davvero. E non vi ho ancora parlato dei dintorni di Parma!

Sono tutte alternative per una diversa composizione dell’itinerario (che dipende anche dagli orari e dai turni di chiusura dei monumenti). Ma soprattutto, sono ottimi motivi per fermarsi a Parma un po’ di più!

***

Se poi siete

- patiti dell’arte medievale, rinascimentale, moderna e contemporanea
- musicofili scatenati
- appassionati di teatro, cinema o letteratura

e naturalmente… amici del buon cibo

si preparano cose interessanti per voi negli Itinerari tematici e in Parma, Gusto da vivere (vedi gli Itinerari nel Menu)!